• Ven. Nov 27th, 2020

ACQUA DEMINERALIZZATA o DISTILLATA, QUALE USARE e COME FARLA in CASA

Ott 23, 2020
Acqua Distillata E Demineralizzata, Quale Usare E Come Farla In Casa

Cos’è l’acqua demineralizzata?

RICEVI LE NUOVE NOTIZIE IN ANTEPRIMA SU WHATSAPP, direttamente sulla tua chat! Salva il mio numero di telefono +393791029645, memorizzalo come NOTIZIE DI OGGI e scrivimi su whatsapp il tuo NOME e COGNOME con l’aggiunta della parola NOTIZIE.

L’acqua demineralizzata è un’acqua da cui è stata estratta la componente salina. È adatta a diversi usi domestici e produrla in casa può farci risparmiare consumo idrico e soldi.

Come usare l’acqua demineralizzata?

È utilizzata nei ferri da stiro (evita il formarsi delle incrostazioni e del calcare), nelle batterie, negli acquari e nei casi in cui sia consigliato l’uso di acque prive di durezza.

Come fare in casa l’acqua demineralizzata?

Il metodo più semplice per avere acqua demineralizzata è utilizzare l’acqua di raccolta del condizionatore e del deumidificatore. L’importante è cercare di tenere sempre puliti i filtri e le vaschette, oltre a filtrare l’acqua con carta assorbente da cucina in modo da eliminare tutti i residui di sporcizia e impurità.

Altri usi dell’acqua demineralizzata

Anche l’acqua che si ottiene dell’asciugatrice è demineralizzata (quindi priva di calcare e di sali minerali) e si può usare per: lavare il bucato a mano oppure lasciare in ammollo i capi più delicati, da smacchiare o pretrattare, riempire gli umidificatori in coccio dei caloriferi (anche in questo caso l’assenza di calcare è benefica perché impedisce la formazione di incrostazioni all’interno dei contenitori), 

Tieni presente, però, che può contenere residui di tessuto oppure tracce di ammorbidente e liquidi profumatori. Indipendentemente da quello che decidi di farne, ti consiglio sempre di filtrare l’acqua dell’asciugatrice per essere sicura della sua purezza (anche se non lo sarà mai al 100%) e per evitare eventuali danni. Per il filtraggio, basta utilizzare della semplice carta assorbente da cucina oppure un colino a maglie strette.

Si può utilizzare anche per pulire il lavello della cucina, la rubinetteria, le pentole e qualsiasi altro oggetto in acciaio: non rischi di lasciare sulle superfici inox quelle fastidiose e inestetiche macchie tipiche del calcare. Infine ci si possono lavare i pavimenti e i vetri di casa. Ultimo, ma non ultimo per importanza: prova a lavare i capelli con l’acqua demineralizzata. Saranno più morbidi ed acquisiranno una maggior lucentezza.

Cos’è l’acqua distillata?

Acqua distillata e acqua demineralizzata sono due tipi di acque che vengono molto spesso confuse tra loro, tanto che è difficile coglierne la reale differenza.

L’acqua distillata è un’acqua più costosa rispetto alla demineralizzata, perché priva non solo dei sali minerali, bensì quasi totalmente priva di impurità come gas disciolti, batteri ed altri microorganismi.

Quando si usa l’acqua distillata?

I costi sostenuti per distillare l’acqua sono elevati, quindi l’acqua distillata viene impiegata solo in casi particolari; nei laboratori di chimica viene ad esempio impiegata come solvente e come reagente chimico.

In ambito domestico è usata, parimenti all’acqua demineralizzata, per alimentare i ferri da stiro a vapore, che con il calcare potrebbero a lungo andare danneggiarsi. 

In campo medico viene usata per le iniezioni e per la somministrazione di farmaci tramite flebo, nonché per produrre la cosiddetta “soluzione fisiologica“.